Accudimento è…

Ho appreso i rudimenti dell’accudimento da mia mamma, che forse li ha appresi dalla sua mamma o, più probabilmente, se li è inventati.
Mia mamma mi ha partorita alla veneranda età di 21 anni: non sapeva quel che stava facendo, non aveva alcuna esperienza di vita, men che meno aveva in mente un progetto educativo.
L’unica cosa che sapeva di sé e di come voleva tirarmi su era che non voleva ripetere gli errori dei suoi genitori: quindi mi ha dato tutto. Quando dico “tutto”, intendo proprio tutto: si è presa cura di me, mi ha dato amore, amicizia, mi ha vestita, stirata, lavata, ha cucinato per me, mi ha curata quando ero malata, mi ha accompagnata ai concerti, non mi ha mai chiesto di darle una mano in casa regalandomi chili di tempo libero, ha cercato di assecondare i miei desideri e mi ha dato tanta libertà e fiducia. Insomma, ha cercato di darmi tutto quello di cui lei pensava io avessi necessità.
Non è stata una mamma perfetta, ma è sicuramente stata la miglior mamma che potevo avere in quel momento e sono ben consapevole del fatto che non esisterà mai più sulla faccia della terra una persona che mi amerà quanto mi ama lei e che mi darà senza sacrificio quel che lei normalmente mi dà. Per questo ogni giorno io sono felice di averla nella vita e la ringrazio e cerco di farle sentire quanto per me è fondamentale e unica. Lei è il mio modello nelle questioni di accudimento.
Al giorno d’oggi non è facile incontrare qualcuno che sappia cosa vuol dire accudire molto prima di avere avuto un figlio, nella nostra società così individualista non capita spesso e solo quando si è ormai entrati nel girone delle mamme si inizia a capire che cosa significa esattamente prendersi cura.
Accudire implica un profondo rispetto per i bisogni altrui, una conoscenza intima, tanto buon tempo speso bene insieme e il desiderio forte di fare qualcosa per l’altro senza considerarlo una perdita/sottrazione del proprio prezioso tempo.
Io sono stata fortunata e la vita ha messo sul mio cammino almeno altre due persone che sanno cosa significa accudire. Le ho riconosciute perché hanno fatto per me qualcosa che solo mia madre avrebbe potuto fare con tanta spontaneità: hanno cucinato per me, hanno stirato i miei vestiti e  hanno pulito le mie scarpe, solo perché ne avevo bisogno e senza che neppure io lo chiedessi. Paola e Fabio hanno nel mio cuore un posticino speciale: nei momenti bui penso a loro e so che non sono sola.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Grandi temi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Se ti va, lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...